La Procura di Milano ha chiuso le indagini che riguardano l’imprenditore Alberto Genovese: nel mirino i presunti stupri ai danni di una 18enne il 10 ottobre scorso a Milano nel suo attico di lusso e di una 23enne il 10 luglio 2020 a Ibiza, entrambe rese incoscienti con mix di droghe. I reati contestati sono violenza sessuale aggravata, lesioni personali, e detenzione e cessione di stupefacenti. Il gup fisserà la data dell’udienza preliminare, ma non è escluso che Genovese scelga il rito abbreviato.