Paolo Zamboni, 64 anni, è direttore del centro di chirurgia vascolare dell’Università di Ferrara. La sua fama è legata agli studi che nel 2008 lo hanno portato a indicare nella insufficienza venosa cronica cerebrospinale una correlazione con la sclerosi multipla. Ricerca che ha innescato una controversia scientifica, ma che è stata anche incardinata nello studio sperimentale ’Brave Dreams’ finanziato dalla Regione. In questo ultimo studio sulla ’Vitt’, Zamboni fa parte di un pool con Cristoforo Pomara, Francesco Sessa, Marcello Ciaccio, Francesco Dieli, Massimiliano Esposito, Giovanni Giammarco, Sebastiano Garozzo, Antoninio Giarratano, Daniele Prati, Francesca Rappa, Monica Salerno, Claudio Tripodo, Mannuccio Mannucci.