4 feb 2022

Maturità 2022, studenti in piazza contro il nuovo esame

I giovani hanno sfilato in diverse città contro la seconda prova scritta e per il colloquio orale con la tesina

MANIFESTAZIONE DEGLI STUDENTI, MANIFESTANTI, PROTESTA, STRISCIONE GLI IMMATURI SIETE VOI
Manifestazione studenti (Imagoeconomica)

Roma, 4 febbraio 2022 - Studenti delle scuole medie in piazza per dire no alla seconda prova scritta nell'esame di maturità 2022. E ci sono stet anche delle tensioni con lancio di uova alla polizia a Torino o picchetti davanti al liceo Tasso a Roma per impedire l'ingresso a chi volesse fare lezione. Secondo la Rete degli Studenti Medi sono stati almeno 100 mila i giovani che si sono riversati in oltre 50 piazze in tutta Italia. 

A Roma un corteo di 5mila studenti è arrivato, sotto al Ministero, e i rappresentati di Rete studenti e Unione studenti dovrebbero essere ricevuti dal vice gabinetto del ministero e perlere con i tecnici che si occupano di maturità. La richiesta è per un esame che si basi sul colloquio orale con la tesina, e senza seconda prova. Più radicali quelli del Movimento La Lupa, Syria: "Abolizione dell'alternanza scuola lavoro, soprattutto dopo la morte di Lorenzo. Diciamo basta alla formazione basata sul profitto. Chiediamo una scuola come forma di crescita e non per garantire profitto, questo cosa ci differenzia da gli altri".

Altri cortei e presidi si sono svolti a Milano, Genova, Venezia, Palermo, Firenze, Bari, Perugia e molte altre città. Gli studenti e le studentesse accusano il Ministero di decidere senza sentire gli studenti. Tommaso Biancuzzi della Rete degli Studenti Medi: "Abbiamo organizzato una mobilitazione ampia. La risposta degli studenti e delle studentesse, non solo di quinto anno, è stata immediata. Abbiamo messo insieme decine di piazze in quattro giorni perché c'è rabbia e ansia verso questa formula di Esame. Non è la strategia giusta, il Ministero ci convochi per ascoltarci e definire insieme delle modalità di Maturità più adatte al momento. Bianchi ascolti la voce dei 200mila studenti scesi oggi nelle piazze."
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?