Martedì 28 Maggio 2024

Studentessa di 20 anni violentata in una stanza dell’ospedale Infermiere agli arresti domiciliari

Migration

Arresti domiciliari con braccialetto elettronico per l’infermiere di 55 anni che lo scorso 26 ottobre avrebbe violentato una tirocinante di 20 anni durante il turno di notte all’Ospedale Umberto I di Roma. Teatro della violenza, una stanza inutilizzata all’interno del nosocomio, dove, durante il turno serale, l’uomo avrebbe fatto entrare la giovane facendole credere che fosse quella di degenza di un paziente necessitante di una terapia farmacologica. Ma una volta all’interno, con un gesto repentino e improvviso, l’uomo avrebbe chiuso la porta a chiave e avrebbe afferrato e bloccato la donna costringendola a subire atti sessuali. La giovane, impaurita, non è riuscita ad opporre resistenza. Solo dopo, sotto choc, ha chiesto aiuto.