Torino si attrezza per tenere sotto controllo

la movida, favorita

dal clima mite di questi giorni. Una movida che nemmeno il freddo delle scorse settimane, unito ai divieti, al coprifuoco e alla paura dei contagi, aveva mai fermato del tutto in alcune zone della città. Tornano o in strada i pattuglioni interforze, utilizzati fino all’autunno, per controllare le zone dove gli appassionati si danno appuntamento.

Tra i primi luoghi da tenere sotto sorveglianza c’è Vanchiglia, con piazza Santa Giulia, via Rossini e via Cesare Balbo, soprattutto, nel tratto pedonale. La seconda mossa messa in atto dal prefetto Claudio Palomba è una stretta sui locali ‘recidivi’, quelli che più volte in questi mesi sono stati sorpresi a violare le norme anticontagio e a non rispettare orari di chiusura e norme sulla vendita di alcolici.