30 apr 2022

Strangolò il padre dopo una lite Condanna a 12 anni

La Corte d’Assise di Roma ha condannato a dodici anni di carcere Amor Ben Algia, 40 anni di origini tunisine, accusato dell’omicidio del padre avvenuto il 15 agosto del 2020 ad Ostia, quartiere della Capitale che si affaccia sul mare. L’anziano era stato strangolato al culmine

di una violenta lite.

Nei confronti dell’imputato la procura capitolina aveva sollecitato una condanna a 21 anni per omicidio volontario aggravato,

ma i giudici della III Corte hanno riconosciuto

le attenuanti generiche

e quelle della provocazione. Dopo avere ammazzato

il padre, Algia si è

recato dai carabinieri

per costituirsi.

Alla base del gesto i continui litigi tra i due.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?