Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
27 giu 2022

Strage di migranti diretti in Spagna Madrid accusa le mafie dei trafficanti

I morti nella calca e per le botte sono 37, nel mirino la polizia marocchina. L’Algeria: inchiesta indipendente

27 giu 2022
giovanni rossi
Cronaca

di Giovanni Rossi Gli almeno 37 migranti morti venerdì a Melilla, terra di Spagna in Africa e sigillata porta d’Europa, scatenano un caso internazionale. Quelle decine di vittime nella calca, vite e sogni spezzati nel vano tentativo di aprire un sentiero di speranza tra la spietatezza della polizia di frontiera marocchina e la severità della guardia spagnola, sono un pugno in faccia all’Unione europea che oggi ha occhi solo per il quadrante orientale. Invece si muore anche alla periferia del continente bruciata dal sole, quell’area di disperazione endemica – e di guerra quotidiana per la sopravvivenza – che progetta una nuova stagione di sbarchi e di reti scalate a mani nude. Come venerdì a Melilla, con un bilancio finalmente credibile dopo 48 ore di numeri parziali, forse anche per nascondere l’enormità dei fatti. I morti sono almeno 37. E pesano su molte coscienze. Il premier spagnolo Pedro Sanchez evoca la responsabilità di "mafie che trafficano con esseri umani" per "l’assalto violento e organizzato" tradottosi in un "attacco all’integrità territoriale" della Spagna. Ma la ferita all’orgoglio doganale appare un mero espediente narrativo per ridurre responsabilità generali e forse particolari. Le immagini diffuse da attivisti e media mostrano scene impressionanti: in particolare, persone ammassate per terra sotto la sorveglianza degli agenti marocchini, alcune delle quali inermi e forse già cadaveri. "Forse sono rimaste schiacciate o sono cadute da più in alto – racconta Helena Maleno, portavoce di Caminando Fronteras – e sono state lasciate lì a morire". Un macello. La ricostruzione non è univoca. Secondo la delegazione del governo spagnolo a Melilla, circa 2.000 persone si sono avviate alla frontiera decise a bucarla: di queste, 1.500 sono arrivate sino al punto di contatto tra i due Paesi, e più o meno un terzo ha tentato lo sfondamento. Poliziotti inviati da Madrid sono intervenuti per contenere ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?