Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 feb 2022

Covid: "Stop alla compressione delle libertà". Cassese: passiamo a misure ordinarie

Il giurista chiede un cambio di passo: "La fine delle scorciatoie? Possibile solo disboscando il labirinto normativo"

3 feb 2022
raffaele marmo
Cronaca
featured image
Sabino Cassese
featured image
Sabino Cassese

Professor Sabino Cassese, quanto ci si è allontanati, sia pure per necessità, dalla Costituzione con le regole emergenziali di questi anni? "Ci si è allontanati molto dalla Costituzione con il primo decreto del Presidente del Consiglio, ma poi l’errore è stato corretto – avvisa il principe dei giuristi italiani –. Ora ci troviamo in una situazione difficile, perché il codice della protezione civile prevede che l’emergenza possa durare un massimo di due anni. Li abbiamo superati soltanto grazie al fatto che la penultima dichiarazione di emergenza è stata fatta con un decreto legge invece che con una deliberazione del Consiglio dei ministri, e quindi il decreto legge ha modificato, sia pure per questa sola emergenza, il codice della protezione civile. Insomma, un intrico normativo che si potrebbe evitare se a Palazzo Chigi ci vi fossero più lettori di Cartesio". Eppure, non riusciamo a venirne fuori con efficacia e velocità. Perché? "Vi sono due motivi, ma prima di considerarli debbo fare una premessa. “Uscire dall’emergenza” può essere inteso in un duplice significato. Uno è quello di finire di fare ricorso alla dichiarazione di emergenza prevista dal codice della protezione civile. L’altro è quello, più generale, di terminare di usare strumenti straordinari per una situazione che ormai ha acquisito le caratteristiche della ordinarietà. Detto questo, il primo motivo per il quale si fa ricorso all’emergenza è il seguente: in Italia siamo maestri nel costruire procedure complicate e intrecci inestricabili, per superare i quali bisogna ricorrere a strumenti straordinari (di qui la mia proposta di tagliare a monte i nodi che impediscono una spedita azione amministrativa, per evitare poi di dover ricorrere alle scorciatoie). Il secondo motivo è costituito dal fatto che il codice della protezione civile consente azioni straordinarie e decisioni rapide non permesse dalla legislazione ordinaria". Bollettino Covid oggi: dati del ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?