La procura di Roma ha chiesto e ottenuto dal gip il processo con rito immediato per il giornalista televisivo Enrico Varriale. L’accusa nei suoi confronti è quella di stalking ai danni della sua ex compagna. L’ex vicedirettore di Raisport salterà dunque l’udienza preliminare, per lui l’udienza è fissata al prossimo 18 gennaio. Lo scorso 30 settembre

Varriale, difeso dall’avvocato Fabio Lattanzi, era stato sentito a piazzale Clodio nell’interrogatorio davanti al gip Monica Ciancio che aveva disposto il "divieto di avvicinamento a meno di 300 metri dai luoghi frequentati dalla persona offesa" e di "non comunicare con lei neppure per interposta persona". "Le condotte poste in essere dal Varriale danno conto di una personalità aggressiva e prevaricatoria, evidentemente incapace di autocontrollo" scriveva il giudice. "Nessuna prova schiacciante come scritto da alcuni giornali. La procura e il gip come in tutti i processi per stalking hanno chiesto l’immediato. Siamo confidenti che Varriale sarà prosciolto", ha commentato il difensore di Varriale, l’avvocato Lattanzi.