17 feb 2022

Stagista morto, non doveva essere sul furgone

La nonna del 16enne: "Aveva sostituito un compagno all’ultimo momento". Indagato per omicidio stradale l’operaio che guidava

fabio castori
Cronaca
Giuseppe Lenoci, lo studente di Monte Urano morto nello schianto: aveva 16 anni
Giuseppe Lenoci, lo studente di Monte Urano morto nello schianto: aveva 16 anni
Giuseppe Lenoci, lo studente di Monte Urano morto nello schianto: aveva 16 anni

di Fabio Castori e Marina Verdenelli A che velocità andava il furgone su cui viaggiava Giuseppe prima di schiantarsi contro un albero? Il mezzo presentava anomalie tali da far perdere il controllo al collega del ragazzino che lo guidava? Sono gli interrogativi ai quali la Procura di Ancona vuole dare risposte e a tale scopo disporrà una perizia sul Ford Transit a bordo del quale ha perso la vita il 16enne di Monte Urano, Giuseppe Lenoci, mentre stava svolgendo uno stage in una ditta di termoidrauilica di Fermo. I carabinieri, delegati dal pubblico ministero per le indagini, hanno constatato che lunedì mattina, giorno dell’incidente a Serra de’ Conti di Jesi, l’asfalto era bagnato. La sede stradale scivolosa potrebbe aver mandato fuori strada il furgone, soprattutto se il mezzo procedeva oltre i limiti di velocità consentiti. Intanto sul registro degli indagati è stato scritto il nome di chi guidava il furgone, quello del 37enne dipendente della ditta fermana. Il conducente è indagato per omicidio stradale, un atto dovuto per la Procura, a sua garanzia, per permettergli anche di nominare un proprio consulente negli accertamenti che si andranno a fare. Il 37enne non è stato ancora sentito dai carabinieri e non ha potuto dare la sua versione dei fatti, né tanto meno chiarire le cause dell’incidente. Si indaga anche per capire sul perché il 16enne si trovasse fuori dalla sede dello stage quella mattina e se nel praticantato che stava svolgendo era previsto che si spostasse così lontano. Su questo fronte la scuola che frequentava il 16enne, il centro per la formazione professionale "Artigianelli" di Fermo, ha fatto sapere che tutto si è svolto regolarmente. Ieri è stata allestita la camera ardente nella chiesetta comunale dell’ex cimitero dove la salma è giunta insieme alla mamma del ragazzo, Francesca, e al padre Sabrino. Entrambi, ancora visibilmente provati, hanno preferito ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?