8 mar 2022

Sri Lanka in lacrime è morto a 68 anni l’elefante più sacro

Nadugamuwa Raja, l’elefante più sacro dello Sri Lanka, è morto oggi a 68 anni, provocando un’ondata di emozione e un ordine presidenziale di impagliarne le spoglie per i posteri. Una processione in lutto ha reso omaggio a Raja, in prima fila e sacerdoti buddisti che hanno recitato preghiere prima di toccare le sue possenti zanne d’avorio. Il presidente Gotabaya Rajapaksa ha decretato che l’animale sia dichiarato “tesoro nazionale” e ha ordinato che i suoi resti siano impagliati “perché le generazioni future ne possano testimoniare”, ha affermato. L’animale sacro era il capo dei 100 elefanti illuminati che ogni anno partecipano all’Esala Perahera, importante festa buddista nella città di Kandy. Raja portava durante le processioni notturne uno scrigno d’oro contenente reliquie buddiste. Aveva assunto questo ruolo dal 2006 al 2021. Il pachiderma beneficiava di una scorta armata d’élite dal 2015, dopo che un motociclista lo aveva quasi colpito durante una delle sue uscite per una cerimonia in un tempio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?