La Russia ha registrato lo Sputnik Light (Ansa)
La Russia ha registrato lo Sputnik Light (Ansa)

Mosca, 6 maggio 2021 - La Russia registra il vaccino anti Covid monodose Sputnik Light. L'annuncio è stato dato dal fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif). Rispetto al vaccino Sputnik V, la versione Sputnik Light prevede l'inoculazione di una singola dose. Secondo quanto riportato dalla nota del Rdif, lo Sputnik light "ha dimostrato un'efficacia del 79,4% stando ai dati analizzati dopo 28 giorni dall'iniezione nel quadro del programma di vaccinazione di massa della Russia tra il 5 dicembre 2020 e il 15 aprile 2021. Un livello di efficacia di quasi l'80% è superiore a quello di molti vaccini a due dosi".

Covid Italia: il bollettino del 6 maggio

Astrazeneca: a chi è destinato il vaccino

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che i farmaci russi, fra cui adesso lo Sputnik Light, "sono abbastanza moderni e attualmente i più affidabili e i più sicuri. E un esperto europeo ha detto che sono affidabili come un Kalashnikov. Non lo abbiamo detto noi, un esperto europeo lo ha fatto e ha ragione, gli credo. Semplici e affidabili come un Kalashnikov".

Brevetti vaccini: l'Europa si spacca

Da AstraZeneca a Pfizer: dopo quanti giorni la copertura dal Covid

Sempre secondo il comunicato del fondo russo, lo Sputnik Light "si è dimostrato efficace contro tutti i nuovi ceppi di coronavirus, come dimostrato dal Centro Gamaleya durante i test di laboratorio". "Sputnik Light aiuterà a prevenire la diffusione del coronavirus attraverso una più rapida immunizzazione di gruppi di popolazione più grandi, oltre a sostenere alti livelli di immunità in coloro che sono già stati infettati in precedenza" ha dichiarato Alexander Gintsburg, direttore del centro Gamaleya.

Focus / Europa, la nuova mappa del rischio Covid