26 lug 2021

Spunta un serial killer dopo 50 anni I misteri del delitto della Cattolica

Il cadavere di ’Munny’ Ferrero fu scoperto da uno studente il 26 luglio 1971 nei bagni. I nuovi scenari

gabriele moroni
Cronaca
Simonetta Ferrero fu trovata uccisa alla Cattolica il 26 luglio 1971. Aveva 26 anni
Simonetta Ferrero fu trovata uccisa alla Cattolica il 26 luglio 1971. Aveva 26 anni
Simonetta Ferrero fu trovata uccisa alla Cattolica il 26 luglio 1971. Aveva 26 anni

di Gabriele Moroni Anni violenti, oscuri, i primi anni Settanta a Milano. Tempo di uccidere. Chi uccide si rintana nell’ombra, quella che lo tutela ancora, dopo mezzo secolo. Omicidi impuniti di donne. Nel 1970 l’uccisione dell’affittacamere Adele Margherita Dossena, madre dell’attrice Agostina Belli. L’anno dopo quelle della commessa Salvina Rota e di Simonetta Ferrero. Nel ‘75 l’assassinio della stilista Valentina Masneri e ancora la morte violenta di Tiziana Moscadelli. Tanto da evocare lo spettro di un serial killer. "Sto lavorando – dice il criminologo Franco Posa – su questi casi e su altri degli anni Sessanta, otto in tutto. L’obiettivo è quello di individuare elementi comuni e un possibile comune autore. Tutti sono caratterizzati dall’impiego di un’arma bianca e dallo stesso modus operandi, improvviso ed efferato. Con la tecnica della geocalizzazione forense abbiamo accertato che gli omicidi sono avvenuti in un’area di 500 metri attorno alla stazione centrale. Abbiamo anche applicato l’’autopsia psicologica’, che si basa sulla ricerca di materiale biologico sulla scena del crimine a distanza di anni, ma anche sul recupero di ricordi e testimonianze. I risultati ottenuti finora sono già stati riferiti alla procura di Milano". Il 26 luglio del 1971 è un lunedì. Gli androni dell’Università Cattolica sono deserti. Mario Toso ascolta la messa mattutina nella cappella dell’ateneo. Ha 21 anni, è originario di Padova, studia teologia. Terminata la funzione, sale all’Istituto di scienze religiose. Passa davanti ai bagni femminili della scala G. Sente lo scroscio di un rubinetto. Il seminarista entra per chiuderlo. Il cadavere della ragazza è disteso sotto i lavabi, adagiato sul fianco destro, le braccia allargate, le gambe leggermente ripiegate. Indossa un abito di cotone azzurro, sollevato in parte. La biancheria intima è intatta. Sono le 8.45. La morta è Simonetta Ferrero, 26 anni. Di buona famiglia borghese, Simonetta detta Munny, è nata ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?