Limitazioni agli spostamenti (Imagoeconomica)
Limitazioni agli spostamenti (Imagoeconomica)

Roma, 21 dicembre 2020 - Da oggi stop agli spostamenti al di fuori dalla propria regione, con il lockdown nazionale che invece scatterà dalla vigilia, il 24 dicembre, come stabilito dal Decreto Natale 2020. Chi doveva partire per raggiungere amici o parenti lo dovrebbe aver già fatto, perchè da oggi fino al 6 gennaio, come scritto nel Dpcm del 3 dicembre, sono vietati tutti gli spostamenti tra Regioni e da/per province autonome, salvo esigenze di lavoro, salute e necessità. Si può quindi cambiare regione per assistere un genitore anziano? E per tornare alla propria residenza? Cosa si rischia? Vediamolo. 

 Aggiornamento: Spostamenti tra piccoli Comuni ok anche fuori regione

Coronavirus Italia, il bollettino del 21 dicembre

Autocertificazione Natale in Pdf: quando serve e come compilarla

Residenza e domicilio

Il Dpcm è esplicito nel consentire sempre il rientro nella propria residenza, domicilio o abitazione a chi si trova in un'altra regione. In particolar modo la deroga riguarda i lavoratori costretti a fare la spola da un teritorio all'altro. 

 

Seconde case

Andare nelle seconde case, all’interno della regione in cui ci si trova, è possibile sempre durante l’intero periodo delle feste, cioè dal 21 dicembre al 6 gennaio: da oggi non è possibile spostarsi se le seconde case sono fuori dalla propria regione. 

E se ho una manutenzione da fare nella seconda casa fuori regione?

Non è specificato, ma il governo chiarisce che "la valutazione circa l’eventuale sussistenza di motivi di necessità, in ciascuna vicenda concreta, rispetto alle variegate situazioni che possono verificarsi, resta rimessa all’Autorità competente indicata dall’articolo 4, comma 3, del decreto-legge n. 19 del 2020 (che, per le violazioni delle prescrizioni dei dpcm, è di norma il Prefetto del luogo dove la violazione è stata accertata)".

Coppie

È ammesso il ricongiungimento per quelle coppie che si trovano a distanza. Le persone interessate potranno riunirsi esclusivamente nell’abitazione principale in cui abitualmente vivono insieme. Nessun riferimento alla parola "conviventi", ma si chiarisce il concetto di "abitazione": ovvero quel luogo dove si vive con "una certa continuità e stabilità (quindi per periodi continuati, anche se limitati, durante l’anno) o con abituale periodicità e frequenza (per esempio in alcuni giorni della settimana per motivi di lavoro, di studio o per altre esigenze)". Eslcuse le seconde case. 

Parenti e amici 

Oggi posso spostarmi all'interno della mia regione, solo se mi trovo in zona gialla. Dal 24 al 6 gennaio è possibile andare in visita nelle abitazioni di parenti e amici ma solo se nella medesima regione e nel rispetto di alcune regole. Non è concesso, invece, cambiare regione, né da oggi né durante i festivi: andare da un parente fuori regione resta vietato. 

Genitori non autosufficienti

Un’altra eccezione al divieto di spostamenti interregionali, come ha chiarito il governo, è data dalle persone che debbano raggiungere parenti o amici privi di assistenza. La ragione rientra nella fattispecie delle situazioni di necessità contemplate dal Dpcm Natale. Ma attenzione, perché le ultime Faq chiariscono che lo spostamento è consentito "ove non sia possibile assicurare loro la necessaria assistenza tramite altri soggetti presenti nello stesso comune/regione". 

Genitori soli

Nessuna menzione, e quindi nessun via libera ufficiale, per chi deve ricongiungersi con genitori soli, ma in buona salute: si parla esplicitamente ed esclusivamente di persone "non autosufficienti che vivono da sole". Lo confermano anche le ultime Faq. Per questi viaggi non sono comunque, ammessi accompagnatori (salvo i minori che sono seguite da chi si sposta, come i figli). Eccezioni a parte, si va, ma in auto o in treno da soli.

Amici non autosufficienti

Anche in questo caso è possibile trasferirsi da una regione all’altra. Vanno osservate le identiche modalità valide per il ricongiungimento con i genitori non autosufficienti. 

Interventi o terapie

Stando al dettato del decreto, è ammesso lo spostamento in un'altra regione per tutti quei pazienti che devono sottoporsi a interventi o trattamenti sanitari (chemioterapia, radioterapia, terapia ormonale etcc) lontano da casa.

Genitori separati

Secondo la Faq del Governo, i genitori separati potranno spostarsi per raggiungere i figli.

Rientri dall'estero

Gli italiani che si troveranno all'estero per turismo tra oggi, 21 dicembre, e il 6 gennaio al rientro dovranno fare la quarantena. Sono bloccati i voli con l'Inghilterra, vista la nuova variante del Coronavirus che si sta diffondendo nel paese.

Cosa rischio a violare un divieto?

Chi viola le norme del decreto è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000. Se il mancato rispetto delle misure avviene mediante l'utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo. Lo prevede l'articolo 3 del provvedimento pubblicato in Gazzetta ufficiale. Le sanzioni sono le stesse previste dall'articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.