Da marzo sarà possibile sposarsi, pagando 250 euro, nella villa romana del Varignano, grazie a un accordo tra Comune di Portovenere e la direzione regionale Musei Liguria (Mibact). Il sito archeologico conserva i resti di una villa romana, in origine affacciata sul mare, e quelli del più antico frantoio oleario della regione; sarà quindi possibile pronunciare il proprio sì in una cornice che unisce il valore culturale alla bellezza del paesaggio, in un’insenatura tra pendii collinari fitti di olivi.