Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
23 mag 2022

Spinello, ultimo rifugio degli adepti. "Luogo sacro immune alla catastrofe"

Il paese è la roccaforte della comunità nata negli Stati Uniti. In ogni casa dei fedeli un bunker salva-vita

23 mag 2022
marco bilancioni
Cronaca
La villetta nel Forlivese. dove viveva la coppia laziale seguace del guerriero Ramtha
La villetta nel Forlivese dove viveva la coppia laziale seguace del guerriero Ramtha
La villetta nel Forlivese. dove viveva la coppia laziale seguace del guerriero Ramtha
La villetta nel Forlivese dove viveva la coppia laziale seguace del guerriero Ramtha

Dicono che una volta, al bar del passo del Carnaio, uno di loro riuscì a leggere le carte da gioco pur coperte. "È la ‘tecnica dell’infrarosso’, si impara sfruttando le potenzialità del medio cervello. Alcuni dei nostri sono giocatori professionisti al casinò", raccontava anni fa uno dei primi Ramtha che avevano scelto l’Appennino forlivese come casa. Ancora oggi una decina di famiglie – i numeri sono in calo – vive a Spinello, circa 220 residenti complessivi, frazione di Santa Sofia. Forlì, suicidio dei seguaci di Ramtha: un biglietto inquietante e il mistero della setta Forlì, trovati morti in casa: doppio suicidio, l'ombra di una setta Paolo Neri e Stefania Platania morti: avevano attrezzato la casa di Spinello con un bunker Siamo a quasi mille metri sul livello del mare e questa è una delle caratteristiche più importanti. Lo ha detto Jz Knight, 76enne americana, che sostiene di essere in contatto medianico con Ramtha, un antico guerriero del continente perduto di Atlantide. Spinello è perfetta per loro: dolci colline, natura, ritmi lenti, tranquillità. "Meglio vivere lontani dalla costa", dicono. Colpa dei cambiamenti climatici che inducono a mettersi al riparo da possibili sconvolgimenti. Come? Tutti loro – anche la famiglia Neri – hanno "una cantina attrezzata", come la definisce qualcuno. Un vero e proprio bunker, secondo altri. Un luogo sotterraneo dove ci sono grandi scorte di cibo non deperibile e acqua, vere e proprie cisterne oppure pozzi. Obiettivo: l’autosufficienza. I Maya avevano profetizzato la fine del mondo il 21 dicembre 2012, in coincidenza con la fine dell’età dell’oro del loro antichissimo calendario. E anche i Ramtha si aspettavano forti sconvolgimenti. "Questione di emissioni solari", spiegava una di loro. Dalle quali, però, Spinello – immersa nel verde di prati e boschi – sarebbe stata immune. "Non una catastrofe, ma un momento di crisi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?