6 apr 2022

Salerno: specializzandi costretti a fare flessioni se in ritardo

Aperte due inchieste interne, rimosso il direttore della Scuola

featured image
Salerno, specializzandi costretti a fare flessioni se in ritardo

Salerno, 6 aprile 2022 - Specializzandi a Salerno costretti a fare flessioni e a pagare la colazione a tutti se arrivavano in reparto in ritardo rispetto alle 6.30, ora fissata per l'inizio dello svolgimento dell'attività formativa. La denuncia, riportata dal Corriere della Sera, è dell'Associazione liberi specializzandi, che ha anche diffuso alcune foto a testimonianza di quanto riferito.

Sulla vicenda sono state già aperte due inchieste interne, mentre il direttore della scuola è stato sospeso. Le indagini interne sono state avviate, una dall'Azienda ospedaliera e una dall'Università. Il dg dell'Azienda ospedaliera, Vincenzo D'Amato, ha giudicato inaccettabile quanto avvenuto, mentre il rettore dell'Università, Vincenzo Loia, ha chiesto una relazione approfondita sui fatti.

L'Università degli studi di Salerno ha fatto sapere di aver ricevuto la segnalazione dall'associazione via Pec lo scorso 31 marzo e che nella stessa giornata il rettore Vincenzo Loia ha inviato al direttore del Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria-Dipmed la richiesta di una relazione dettagliata sui fatti segnalati, riservandosi, a seguito delle dovute verifiche, eventuali altre azioni. "Allo stato attuale - spiega l'università salernitana - il direttore del Dipmed ha nominato un'apposita commissione di verifica e ha contestualmente avocato a sé la direzione della Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia dell'Università di Salerno. Delle azioni finora avviate è stato informato il Ministero dell'Università e della Ricerca", conclude la nota dell'ateneo.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?