10 apr 2022

Pescara, sparatoria in un ristobar: ferito il cuoco. "Lite per i tempi di attesa"

Catturato l'aggressore che ha esploso almeno tre colpi di pistola. Il giovane di 23 anni è in gravi condizioni. Sotto choc, in ospedale, anche una collega

Pescara, 10 aprile 2022 - Una lite tra i dipendenti di un ristobar e un cliente, che all'improvviso estrae una pistola e spara al giovane cuoco. E' successo nel primo pomeriggio di oggi a Pescara in un locale in Piazza della Rinascita, meglio conosciuta come Piazza Salotto. Il ferito è un ragazzo di 23 anni, originario di Santo Domingo ma da tempo residente in Abruzzo. A raggiungerlo almeno tre colpi, forse cinque secondo le testimonianze di chi era lì vicino. Trasportato in sopedale, è stato sottoposto a intervento chirurgico ma le sue condizioni restano gravi. L'aggressore è fuggito, ma la polizia lo ha catturato grazie alle riprese della telecamera di sicurezza del locale e a quelle cittadine.  

Sparatoria Pescara: il video choc. L'aggressore bloccato in taxi sull'A14

Il racconto del titolare

"E' entrato nel locale con il suo bicchiere di vino e ha iniziato a inveire contro il mio dipendente, lamentandosi, da quanto abbiamo capito, per i tempi di attesa. Gli ha dato prima un pugno, poi ha tirato fuori la pistola e ha sparato. Quello che si vede nelle immagini di videosorveglianza fa impressione", ha riferito, ai giornalisti, il titolare del ristobar. L'aggressore, stando alle informazioni fornite dall'esercente, stava pranzando all'esterno del locale quando è rientrato per un nuovo ordine. Non era un cliente fisso, ma sembra che fosse stato nel bar anche venerdì sera. "Spero solo che il ragazzo si riprenda dall'ospedale al momento non abbiamo aggiornamenti - ha aggiunto il titolare -. Un'altra dipendente, che ha provato a calmare l'aggressore sta bene ma è sotto choc".

Il video di sorveglianza

L'episodio, come detto, è stato ripreso dal sistema di videosorveglianza e sta circolando su alcune chat. Nel breve filmato si vede il giovane che, a terra, cerca riparo dietro al bancone e l'aggressore, di grossa corporatura e calvo, con indosso una tuta, che gli spara colpendolo alla schiena per poi allontanarsi. 

Il sindaco

"Sono uscito, dopo circa tre ore, dalla sala di controllo del nostro sistema di telecamere, che abbiamo messo immediatamente a disposizione, unitamente ai nostri operatori informatici della polizia municipale, delle forze dell'ordine che stanno indagando sull'efferato episodio accaduto oggi a Pescara", scirve intanto il sindaco Carlo Masci sulla sua pagina Facebook. "In questo momento il mio pensiero va a quel ragazzo colpito in maniera vigliacca dai colpi di arma da fuoco mentre stava lavorando, prego per lui in questo giorno che avrebbe dovuto essere di Pace e che è stato funestato da questo assurdo episodio. Preghiamo tutti per lui".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?