È di almeno tre morti e sei feriti il bilancio di una sparatoria in un liceo in Michigan, la Oxford High School, che è frequentata da circa 1.800 studenti. Lo riportano i media americani, sottolineando che il presunto killer avrebbe 15 anni ed è stato fermato dalla polizia. I motivi dietro al gesto folle del teenager non sono ancora chiari e le autorità stanno indagando. L’allerta è scattata poco prima delle 13 ora locale, quando una pioggia di telefonate ha invaso il centralino del 911, il 113 americano, almeno cento le chiamate con richieste di soccorso. La polizia è arrivata sul posto nell’arco di pochi minuti e, secondo quanto riferito, ha bloccato il killer strappandogli la sua pistola semiautomatica con la quale, comunque, era riuscito a sparare 15-20 colpi in 5 minuti di assalto complessivo. L’aggressore – che pare abbia agito da solo e dopo essere stato arrestato non ha dato spiegazioni chiedendo di "voler parlare con il proprio avvocato" – non è stato ferito, hanno riferito le autorità. Tra i feriti figura anche un insegnante, ha precisato l’ufficio dello sceriffo della contea di Oakland.

Sparatoria in un liceo in Michigan