NOVELLARA (Reggio Emilia)

L’inchiesta sulla scomparsa di Saman (foto) si allarga e potrebbe coinvolgere, a breve, altri due uomini, parenti della giovane, sui quali gli investigatori stanno effettuando una serie di verifiche. I nuovi sospetti al momento non risultano iscritti nel registro degli indagati, ma si stanno cercando riscontri e conferme. Fino a oggi risultano cinque gli indagati per omicidio aggravato e occultamento di cadavere – i genitori Shabbar Abbas e Nazia Shaheen, lo zio Danish Hasnain e i cugini Nomanulhaq Nomanulhaq e Ikram Ijaz, quest’ultimo in custodia cautelare nel carcere reggiano –, ma a questo punto appare probabile che il loro numero aumenti. L’ipotesi è che queste due persone fossero a conoscenza della trama ordita ai danni di Saman e potrebbero avere favorito la fuga dei genitori, attualmente latitanti in Pakistan. Al vaglio degli investigatori c’è anche la posizione del fratello 16enne, che nell’udienza di venerdì ha dato l’impressione di avere un atteggiamento stranamente "protettivo" verso i genitori.