Altri messaggi di sostegno e solidarietà per il pm milanese Paolo Storari sono arrivati poco prima dell’udienza davanti alla sezione disciplinare del Csm che deciderà sulla richiesta di trasferimento cautelare. "Per avere magistrati più liberi e meno schiavi delle logiche di appartenenza, coraggio Paolo!", ha scritto un magistrato, mentre un’altra toga milanese ha detto di essere "orgogliosa, come tanti, di quello che hai fatto. Milano, e non solo, è dalla tua parte". C’è anche chi si augura che questa vicenda, comunque "vada a finire", segni un "punto di svolta non solo" per Storari e "la Procura di Milano ma per la magistratura intera". Sostegno anche da parte di alcuni magistrati ordinari in tirocinio.