Il blitz degli agenti di polizia
Il blitz degli agenti di polizia

Siracusa, 18 gennaio 2021 - "Tu sai perchè, questo è per i miei figli" sono state le parole di un padre, prima di fare fuoco sulle gambe dell'uomo che sospettava fosse il pusher di droga dei figli. La vittima è un suo vicino di casa, un ambulante di 53 anni. A sparare, e ora in arresto ai domiciliari, invece c'è un operaio di 38 anni di Siracusa.

La palazzina dove si è consumata la 'vendetta' è nella zona nord di Siracusa. L'indagato ha confessato al pm di Siracusa di avere pianificato l'agguato. Il movente del padre è chiaro, e lo ha ammesso: la rabbia e il timore che quell'uomo trascinasse i propri figli negli ambienti degli stupefacenti. 

Il commerciante di 53 anni ha precedenti penali, e nel giugno scorso venne arrestato per spaccio di droga con un blitz scattato in un appartamento della palazzina. Le forze dell'ordine trovarono in casa un ragazzino di 14 anni, il figlio dell'aggressore. 

Il trentottenne preoccupato ha così pensato che doveva fare qualcosa: avrebbe quindi deciso di procurarsi una pistola, attendendo il rientro dal lavoro dell'uomo per colpirlo. A smascherare l'agguato le immagini delle telecamere di sicurezza che hanno immortalato la sua fuga in sella ad uno scooter: messo alle strette ha ammesso la sua responsabilità. L'arma usata, una calibro 380, è stata gettata nelle acque della Baia di Santa Panagia. L'accusa per lui è di lesioni e detenzioni di arma.