"Leave George alone!", cioè lasciate in pace George. È il grido unanime dei tabloid, dei commentatori e dei quotidiani progressisti britannici come l’Independent contro ’The Prince’ una serie tv americana che vede protagonista il principino George, figlio di William e Kate. Un cartone animato irriverente molto simile allo stile dei Griffin e dei Simpson , creato dall’americano Gary Janetti. Intorno a George, 8 anni appena compiuti, ruotano le 12 puntate della serie che, come visto in passato con altre produzioni simili, non pone limiti all’ironia e per questo ha scatenato polemiche, soprattutto nel Regno Unito. Il bambino viene presentato come un piccolo despota che tratta male i familiari più grandi e vuole sempre comandare. Molti commentatori hanno definito le battute "scontate e molto poco originali". Ma per molti osservatori e commentatori inglesi il problema reale è la dissacrazione totale dei Windsor e della monarchia britannica che arriva dagli Stati Uniti.