Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 set 2021

Eitan Biran rapito, indagato il nonno. "Ha violato anche le leggi svizzere"

Pavia, rischia l’arresto e i suoi legali: "Ha agito di impulso". Nel mirino dei pm spostamenti e appoggi

14 set 2021
stefano zanette
Cronaca
pavia Aya Biran-Nirko, la zia paterna di Eitan, parla c all'esterno della sua casa di Travacò.  l’avvocata Barbara Bertoni di Pavia, foto torres *** Local Caption *** 2021:09:12 13:14:42
2021:09:12 13:14:42
Aya Biran-Nirko, la zia paterna di Eitan parla coi giornalisti (Ansa)
pavia Aya Biran-Nirko, la zia paterna di Eitan, parla c all'esterno della sua casa di Travacò.  l’avvocata Barbara Bertoni di Pavia, foto torres *** Local Caption *** 2021:09:12 13:14:42
2021:09:12 13:14:42
Aya Biran-Nirko, la zia paterna di Eitan parla coi giornalisti (Ansa)

Il nonno è indagato, ancora senza una richiesta d’arresto. Dalla Procura di Pavia viene per il momento tenuto un ‘profilo basso’, in apparenza anche troppo per un caso internazionale che sta suscitando clamore per le sorti del piccolo Eitan Biran. Inevitabilmente il fatto che il bambino di 6 anni ‘rapito’ dal nonno sia l’unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone, rende il caso ben diverso da qualsiasi altro contenzioso internazionale sull’affidamento. E i due fronti apparentemente paralleli, la questione civilistica sul minore conteso e la contestazione penale sulla grave ipotesi di reato, in realtà finiscono per convergere in un’unica silenziosa strada diplomatica, che starebbe cercando di risolvere la questione senza scontri legali dagli esiti incerti e con un unico sconfitto certo, almeno per i tempi, ovvero la piccola vittima già sopravvissuta a una tragedia e ora trascinata in questa ulteriore caduta dall’Italia a Israele. Eitan, indagata anche la nonna. Lo zio: "Nascosto in un buco in Israele" Eitan, nonno indagato per sequestro. Da Israele: "Condizioni del bimbo pessime" Sul fronte dell’inchiesta penale, dalla Procura di Pavia ieri è solo stato confermato che Shmuel Peleg, il nonno materno del piccolo Eitan, è indagato per l’ipotesi di reato di sequestro di persona, aggravato dalla minore età della vittima, nel fascicolo affidato ieri mattina al sostituto procuratore Valentina De Stefano. La squadra Mobile della Questura di Pavia sta proseguendo gli accertamenti sull’accaduto, ascoltando tutte le persone che sono a conoscenza dei fatti. Né dalla Procura né dalla Questura sono state ieri rilasciate dichiarazioni, come già domenica. A parlare sono solo gli avvocati, sia della famiglia Biran che dello stesso Peleg. "Le azioni di prepotenza sono sempre sbagliate – le parole dei legali di Peleg, Sara Carsaniga, Paolo Sevesi e Paolo Polizzi – però mettiamoci nei panni di un signore che in terra ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?