Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 apr 2022

Semaforo con il conto alla rovescia, ecco il countdown. Cosa cambia per pedoni e ciclisti

In arrivo un decreto atteso da 12 anni. Le regole e le previsioni su sicurezza e multe anche per gli automobilisti

22 apr 2022
rita bartolomei
Cronaca
featured image
Conto alla rovescia, ai semafori con il contasecondi
featured image
Conto alla rovescia, ai semafori con il contasecondi

Roma, 22 aprile 2022 - Conto alla rovescia, arriva il semaforo con il countdown. Dopo la stretta imposta dal nuovo codice della strada, si annuncia un altro cambiamento che ha come obiettivo la sicurezza e il traffico più scorrevole. Insieme a una riduzione drastica delle multe. Ecco cosa cambia per pedoni, ciclisti, automobilisti e motociclisti.

Approfondisci:

Nuovo codice della strada, ecco le multe che raddoppiano

L'obiettivo

Il semaforo con il contasecondi è disciplinato in un decreto atteso da 12 anni e in dirittura d'arrivo, come anticipa Luigi Altamura, comandante della polizia locale di Verona, sul sito dell'Asaps. Obiettivo: migliorare prima di tutto la sicurezza di pedoni e ciclisti, utenti più fragili della strada. 

Cosa cambia per pedoni e ciclisti

Il decreto fissa una serie di regole molto precise sull'installazione. Il ragionamento di base, semplificando, è duplice: da una parte il countdown nelle aree urbane riguarderà i semafori pedonali e ciclabili. Quindi, quando c'è l'attraversamento pedonale si accende il verde poi scatta il giallo, abbinato a un conto alla rovescia. Quindi aiuta gli utenti deboli della strada, che sanno quanto tempo hanno a disposizione per attraversare.

Conto alla rovescia, ai semafori con il contasecondi
Conto alla rovescia, ai semafori con il contasecondi

Cosa cambia per gli automobilisti

Il decreto fissa anche casi specifici per le luci dei semafori veicolari. Resta ancora da capire quello che sarà realizzato davvero ma l'impostazione di base è questa: il countdown potrà essere installato in incroci di periferia caratterizzati da flussi di traffico molto disomogenei o in condizioni particolari, in cui il tempo del giallo va modulato in modo specifico, ad esempio se ha una durata inferiore ai 5 secondi.

Approfondisci:

Nuovo codice della strada: il foglio rosa che raddoppia e le ultime novità

Contasecondi e multe

Nei calcoli di Giorgio Marcon, perito esperto di codice e sanzioni, "il countdown andrebbe invece installato senza limiti. Basta guardare alle sperimentazioni fatte in questi anni nelle varie città d'Italia. Con il contasecondi, si sono ridotti drasticamente incidenti e sanzioni". 

I tempi

Ora sul decreto dovrà dire la sua l'Europa. Altamura si augura "una accelerazione del Ministero per l’invio alla Commissione Europea per la visione nel Sistema TRIS (dove rimarrà tre mesi in attesa di possibili osservazioni da parte degli stati membri dell’UE) e per la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, con l’entrata in vigore dopo 15 giorni. Tale dispositivo sarà sicuramente utile al miglioramento delle condizioni di sicurezza dei pedoni, utenti vulnerabili, sempre più a rischio nelle strade urbane ma anche per i ciclisti che spesso vengono investiti proprio alle intersezioni semaforiche".

Dove nel mondo

Il countdown è ormai diffuso in tutto il mondo, "dalle Filippine ai paesi africani", ricorda Marcon. L'Italia sulla materia sconta un ritardo paragonabile alle regole sugli autovelox. In entrambi i casi, è l'osservazione del perito, "parliamo di sistemi per fare cassa". Anche cassa, diciamo.

Approfondisci:

Autovelox e multe, regole anti giungla attese da 12 anni. Ma il decreto slitta ancora

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?