Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
26 mar 2021

Scuole chiuse, il liceale: "Di nuovo dimenticati. Nessuno pensa a noi"

Da Nord a Sud lo sciopero degli studenti medi contro la didattica a distanza. "Durante le lezioni alcuni prof ci fanno bendare per paura che copiamo"

26 mar 2021
alessandro belardetti
Cronaca

Gli studenti delle superiori possono aspettare, il loro turno per tornare in classe non è ancora visibile all’orizzonte. Ultimi della fila, quando di tempo per riorganizzare la scuola ce n’è stato fin troppo. Ne sa qualcosa Cesare Dalbagno, 17 anni, rappresentante del Liceo classico Minghetti di Bologna, uno dei volti della prostesta a favore delle lezioni in presenza. Si valuta la riapertura di nidi e materne. Invece le scuole superiori restano in Dad. "C’è la sensazione diffusa di essere trattati come gli ultimi. Hanno riaperto i centri commerciali, hanno riaperto i parrucchieri, ma la scuola non è stata considerata. Il rischio della contagiosità delle nuove varianti è alto, per questo riteniamo che il nostro sacrificio possa essere gestibile, ma solo fin quando la Dad resta una soluzione di emergenza e precauzionale. Farla proseguire oltre e inserirla nel sistema educativo italiano sarebbe folle. Se il Cts reputa che ci siano le condizioni per tornare dopo Pasqua in sicurezza, noi saremo felicissimi di farlo. Ma in questo momento va ascoltata la scienza". Cosa vi manca di più della scuola in presenza? "Il dibattito, il confronto, la socialità. Alla fine delle superiori noi usciamo cittadini attivi nella società e la scuola deve fornirci gli strumenti per affrontarla. Con la Dad non ci sono più persone, ma soltanto studenti". La Maturità sarà in presenza, ha assicurato il ministro Bianchi. Ma per chi farà a giugno l’esame, è stato un calvario di due anni scolastici a distanza. "I ragazzi che devono fare l’esame sono quelli più demotivati e che vivono la situazione peggiore, non riconoscono più il valore della scuola, lottano contro i loro demoni. Si rendono conto che stanno buttando via due anni. Il grande difetto della Dad è aumentare le differenze sociali in maniera esponenziale. Chi ha un computer potente, una connessione veloce ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?