Studenti in classe (ImagoE)
Studenti in classe (ImagoE)

Roma, 20 maggio 2021 - In arrivo il concorso ordinario per i docenti della scuola grazie al decreto Sostegni-bis approvato stamattina dal Consiglio dei Ministri. "Sono oltre 500mila i candidati che attendevano speranzosi questa importantissima notizia - ha detto il sottosegretario all'Istruzione Barbara Floridia -. La procedura partirà subito ma sarà graduale, si comincia infatti con i docenti di materie Stem (le discipline scientifico-tecnologiche, ndr), di cui c'è grande penuria, per poi proseguire di seguito con le altre figure - ha detto Floridia -. La gradualità permette di concludere l'intera procedura entro il prossimo anno scolastico e consente di avere tutti i vincitori del concorso ordinario in cattedra a settembre 2022".

A scuola d'estate: si rischia il flop. "Impossibile, ci sono le vacanze"

Come sarà il concorso: le prove

Dunque il concorso ordinario verrà bandito per assumere in via prioritaria i professori Stem e poi i docenti delle altre discipline. Il concorso prevedrà 2 prove d'esame: la prima consisterà in un quiz avente a oggetto le discipline di insegnamento e la seconda sarà orale. Entro il 2022 i concorsi ordinari saranno conclusi e i vincitori - questo è l'auspicio - saranno in servizio all'inizio dell'anno scolastico a settembre 2022. Il testo prevede anche che saranno aumentate le retribuzioni per i commissari d'esame dei concorsi. Infine verrà aumentato il numero delle assunzioni delle graduatorie di merito e dalle graduatorie ad esaurimento.

Maturità 2021, mascherine e distanze di sicurezza: ecco come sarà

Un concorso straordinario per i precari

Il testo del Sostegni bis prevede anche che verrà bandito un concorso per assumere i docenti precari in 1 fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze. La procedura straordinaria si svolgerà con un anno di formazione a scuola alla fine del quale i docenti saranno valutati da una commissione esterna e riguarderà soprattutto i docenti specializzati sul sostegno, accogliendo le istanze del Movimento 5s.

Iter veloce per le assunzioni

Il provvedimento odierno consentirà al ministero dell'Istruzione un iter veloce per assumere, per l'anno scolastico 2021-2022, docenti già abilitati che abbiano 3 anni di insegnamento, anche non consecutivo, negli ultimi 10 anni scolastici oltre a quello in corso. I prof saranno immessi in ruolo a partire da settembre con contratto a tempo determinato e saranno sottoposti a un percorso annuale di formazione, durante l'anno di insegnamento, che in pratica sarà un anno di "prova". Se i docenti non supereranno le prove di questo primo anno di formazione, dovranno ripeterlo.

Decreto Sostegni bis, la conferenza stampa di Draghi