22 mag 2020

Scuola, stallo sui concorsi. Conte farà proposta di mediazione

Braccio di ferro nella maggioranza. Oggi nuova riunione. Buffagni: "No a graduatorie per titoli"

Prime Minister Giuseppe Conte wearing a protective mask leaves the Senate at the end of the announcement of Phase 2 guidelines for the fight against coronavirus Covid-19 disease in Rome, Italy, 21 May 2020. ANSA/ANGELO CARCONI
Il premier Giuseppe Conte (Ansa)

Roma, 23 maggio 2020 - È stallo sul decreto scuola e sul concorso, sul quale da giorni va avanti un braccio di ferro nella maggioranza. Dopo tre ore di vertice a Palazzo Chigi, a quanto si apprende da fonti parlamentari, ci si aggiorna a una nuova riunione che potrebbe tenersi già oggi. Sarà il premier Giuseppe Conte, è stato deciso, ad avanzare una proposta di mediazione per arrivare a un accordo sul nodo dei concorsi e sulla norma del decreto scuola che dovrà essere votata lunedì. Ma le posizioni questa sera non si sarebbero avvicinate.

"I nostri ragazzi, gli studenti di oggi, rappresentano il futuro del nostro Paese. Meritano un'educazione di assoluto valore che deve arrivare loro attraverso una scuola di qualità e al passo coi tempi. No ai ricatti, no concorsi per soli titoli", ha scritto su Twitter il vice ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Buffagni. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?