Mercoledì 17 Luglio 2024
RITA BARTOLOMEI
Scomparsi

Roberta Martucci sparita, 24 anni di misteri. La criminologa: “È stata uccisa, ecco i nostri assi nella manica”

Isabel Martina, che affianca la ricerca di verità della famiglia: “I nostri periti al lavoro. Puntiamo a far riaprire le indagini”. Sul caso, 3 archiviazioni

Ugento (Lecce), 30 agosto 2023 - Biglietti falsi, depistaggi e 24 anni di misteri. Resta un giallo la scomparsa di Roberta Martucci, sparita a 28 anni da Torre San Martino (Lecce) in una calda serata d’estate, era il 20 agosto 1999. “Sto arrivando”, dice al telefono. Quella sera aveva un appuntamento con due amiche a Gallipoli. Ma non è mai arrivata.

Approfondisci:

Da Ylenia Carrisi a Levi Davis: gli avvistamenti in riva all’acqua, i corpi mai più ritrovati

Da Ylenia Carrisi a Levi Davis: gli avvistamenti in riva all’acqua, i corpi mai più ritrovati

Roberta Martucci, 24 anni di misteri

"Sospetti e congetture”: con queste parole l’anno scorso il gip ha archiviato le indagini per la terza volta. Il fascicolo, in origine aperto per un caso di scomparsa, aveva stavolta come ipotesi omicidio e occultamento di cadavere. Era stato indagato un parente. 

Roberta Martucci è sparita da Ugento (Lecce) il 20 agosto 1999
Roberta Martucci è sparita da Ugento (Lecce) il 20 agosto 1999

"I nostri assi nella manica”

La criminologa Isabel Martina è consulente della famiglia e non si arrende. Affianca la ricerca di verità portata avanti soprattutto da Lorella Martucci, una delle sorelle di Roberta. “Per noi – è certa – non ci sono dubbi: è stata uccisa. Abbiamo alcuni assi nella manica, una serie di elementi da chiarire. Stiamo aspettando che i nostri consulenti e periti concludano il loro lavoro per vedere se è possibile chiedere una riapertura delle indagini”.

“Dopo tre archiviazioni – ragiona la criminologa – bisogna avere elementi totalmente nuovi e molto fondati. Noi contiamo di farcela”.

Approfondisci:

Federica Sciarelli “come Jessica Fletcher”: dal ragazzino ritrovato al mistero di Liliana Resinovich. “Trasformo il dolore in impegno civile”

Federica Sciarelli “come Jessica Fletcher”: dal ragazzino ritrovato al mistero di Liliana Resinovich. “Trasformo il dolore in impegno civile”

Le indagini sulla scomparsa di Roberta Martucci

Ricostruisce Isabel Martina:  “Il caso era stato chiuso per la seconda volta nel 2015. Siamo andati a ripescare i fascicolo dell’epoca e quelli nuove, un lavoro che non era mai stato fatto. Fino a quel momento l’unica pista era stata quella delle due amiche che quella sera avevano appuntamento con Roberta per andare a una festa. C’erano tra loro tre delle implicazioni sentimentali, per questo nelle loro testimonianze c’erano state delle divergenze”.

L’indagato e l’archiviazione

Ancora Isabel Martina: “Nel 2016 abbiamo ripreso tutti i fascicoli e l’anno dopo abbiamo fatto istanza di riapertura delle indagini andando ad accentuare la posizione di un parente che poi è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Lecce. Tra gli elementi: un biglietto scritto a mano, a 48 ore dalla scomparsa. Diceva: “Ciao sono Roberta e volevo dirvi che sono viva”. 

"Roberta Martucci è stata uccisa”

Per la criminologa non ci sono dubbi: Roberta Martucci è stata uccisa. “Abbiamo fatto anche la sua autopsia psicologica. Non aveva motivo di suicidarsi o di sparire. Aveva iniziato da poco un nuovo lavoro che le piaceva tantissimo. Aveva lasciato da poco il fidanzato storico con il quale avrebbe dovuto sposarsi e aveva intrapreso una nuova relazione sentimentale”. “Sto arrivando”, sono state le ultime parole di Roberta. Poi, più niente.