Venerdì 12 Luglio 2024

Emile, per la scomparsa del bambino da Vernet (Francia) aperta un’inchiesta

Lo fa sapere la procura che fa riferimento alla gran mole di elementi raccolti durante la prima settimana di indagini sul campo. La maledizione del paese: nel 2015 la strage aerea Germanwings

Parigi, 18 luglio 2023 – Per la scomparsa di Emile, il bambino di 2 anni e mezzo sparito sabato 8 luglio da Vernet (Franci

La scomparsa di Emile

Emile era in vacanza dai nonni e si preparava a un’escursione. Quel giorno, come è risultato poi, la casa di vacanze nell’Alta Provenza era affollata di parenti.

Emile, 2 anni e mezzo, è scomparso sabato 8 luglio da Vernet (Francia)
Emile, 2 anni e mezzo, è scomparso sabato 8 luglio da Vernet (Francia)

Le ricerche del bambino

Il piccolo è stato cercato per giorni, in un’operazione imponente che ha mobilitato un esercito di persone, tra gendarmi e volontari. Sono stati utilizzati cani e droni ma del piccolo nessuna traccia. 

Il 13 luglio le ricerche sono state interrotte. Il procuratore della Repubblica di Digne les Bains, Re'my Avon, nel darne notizia aveva però annunciato che le indagini sarebbero proseguite, in altro modo. E aveva fatto riferimento  alla gran mole di elementi raccolti durante la prima settimana di indagine, sul campo.

Il disastro aereo Germanwings

E Vernet, piccolo borgo, comincia a sentirsi un paese maledetto. Non solo per un omicidio consumatosi nel 2008 ma soprattutto perché il paese è il luogo più vicino al disastro dell’Airbus 320 Germanwings, nel 2015. Nella memoria di tutti ci sono le parole del comandante Patrick Sonderheimer gridate al copilota Andreas Lubitz chiuso in cabina e deciso a far precipitare l’aereo sulle Alpi francesi. “Apri quella maledetta porta”: non servì a evitare una strage con 150 morti.

Non solo: a meno di 60 chilometri da qui nel 1989 la scomparsa di un altro bambino. Yannis aveva 3 anni e sparì da Ganagobie: mai ritrovato.