"Per un giorno ci vogliamo fermare, ci dobbiamo fermare. È una questione di rispetto del lavoro, di dignità dei lavoratori, di sicurezza per loro e per voi. Per questo, per vincere questa battaglia di giustizia e di civiltà abbiamo bisogno della solidarietà di tutte le clienti e di tutti i clienti di Amazon". È con un appello ai cittadini che i circa 40mila lavoratori di Amazon, tra driver, addetti agli hub e ai magazzini puntano a vincere la sfida di oggi: uno sciopero nazionale di 24 ore proclamato da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti contro la rottura delle trattative sul rinnovo del contratto di secondo livello. È la prima volta che questi lavoratori interrompono le consegne di pacchi. "Scioperano - scrivono i sindacati ai consumatori - le persone che, mai come in quest’ultimo anno, ci hanno permesso di ricevere nelle nostre case ogni tipologia di merce in piena comodità. Quelli e quelle che consegnano i pacchi, che ancora prima lo preparano per la spedizione: circa 40 mila lavoratori e lavoratrici che non si fermano mai".