Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 gen 2022

Sciopero mezzi 14 gennaio 2022: gli orari nelle grandi città

Treni, bus, metro e tram a singhiozzo per la mobilitazione di 4 ore. Le ragioni della protesta

14 gen 2022
Un momento dello sciopero dei mezzi pubblici alla stazione Termini, Roma, 11 maggio 2017. ANSA/ANGELO CARCONI
Sciopero del trasporto pubblico a Roma (Ansa)
Un momento dello sciopero dei mezzi pubblici alla stazione Termini, Roma, 11 maggio 2017. ANSA/ANGELO CARCONI
Sciopero del trasporto pubblico a Roma (Ansa)

Roma, 14 gennaio 2022 - Disagi per chi usa i mezzi pubblici, oggi a singhiozzo per via dello sciopero del trasporto pubblico locale indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri. I lavoratori incrociano le braccia 4 ore, con modalità diverse a seconda della regione: chiedono il rinnovo del contratto scaduto il 31 dicembre 2017 (scaduto anche l'accordo ponte che durava fino a fine 2020). La mobilitazione riguarda gli autobus urbani e extraurbani, metro, tram e treni regionali. 

Gli orari dello sciopero nelle grandi città

A Torino dalle 18 alle 22, a Genova dalle 11.30 alle 15.30, a Milano dalle 8.45 alle 12.45; a Venezia dalle 10 alle 14; a Bologna dalle 12 alle 16; a Firenze dalle 18 alle 22; a Roma dalle 8.30 alle 12.30; a Napoli dalle 9 alle 13; a Bari dalle 8.30 alle 12.30; a Palermo dalle 9.30 alle 13.30.

Lo sciopero va ad aggiungersi alla carenza del personale dovuto ai contagi Covid: in Toscana, ad esempio, le assenze dirette o indirette in AT (Autolinee Toscana) causate dalla pandemia sono 675). 

Sciopero treni, metropolitana, bus, tram a Milano e Lombardia

Le ragioni di chi sciopera

"Nei trasporti, oltre all'emergenza pandemica, c'è una emergenza che riguarda chi lavora - dice il segretario generale della Filt Cgil, Stefano Malorgio -. C'è un contratto scaduto da fine 2017 che interessa una categoria di lavoratori che ogni giorno prova a garantire un servizio essenziale. Personale spesso vittima di aggressioni in questa fase così complessa del Paese". Secondo Malorgio c'è "un'emergenza salario, talmente vera che le aziende, le stesse che rifiutano il rinnovo del contratto, non riescono a trovare personale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?