Davide Rossi, 31 anni, con il padre Vasco, 69 anni. Il cantante ha altri due figli, Luca e Lorenzo
Davide Rossi, 31 anni, con il padre Vasco, 69 anni. Il cantante ha altri due figli, Luca e Lorenzo
di Valentina Reggiani Secondo l’accusa si allontanò dall’incidente senza prestare soccorso alle vittime, due donne. Ieri, nell’udienza che si è svolta a Roma il pm ha chiesto una condanna a 2 anni e 8 mesi per Davide Rossi, primo figlio del cantante Vasco. I fatti risalgono al 16 settembre del 2016 a Roma appunto quando il 31enne rimase coinvolto in un incidente nella zona della Balduina. Secondo le accuse il figlio del rocker modenese infatti si allontanò subito dopo lo schianto che lui stesso aveva causato...

di Valentina Reggiani

Secondo l’accusa si allontanò dall’incidente senza prestare soccorso alle vittime, due donne. Ieri, nell’udienza che si è svolta a Roma il pm ha chiesto una condanna a 2 anni e 8 mesi per Davide Rossi, primo figlio del cantante Vasco. I fatti risalgono al 16 settembre del 2016 a Roma appunto quando il 31enne rimase coinvolto in un incidente nella zona della Balduina. Secondo le accuse il figlio del rocker modenese infatti si allontanò subito dopo lo schianto che lui stesso aveva causato senza preoccuparsi di soccorrere le vittime: da qui le accuse di lesioni personali stradali gravi e omissione di soccorso stradale. In base agli accertamenti Rossi, a bordo della sua Audi, procedeva a velocità elevata e non si fermò allo stop, scontrandosi poi con l’auto su cui viaggiavano due donne – che riportarono ferite giudicate guaribili in oltre 40 giorni – per poi allontanarsi. Il pm nell’udienza di ieri ha chiesto anche una condanna a 2 anni per Simone Spadano, 33 anni, che si trovava in auto con il figlio del celebre cantante, accusato di favoreggiamento perché avrebbe dichiarato il falso dicendo di essere stato lui al volante e di provocato lui l’incidente. In realtà il figlio del rocker ha sempre ribadito che alla guida dell’Audi, quel giorno, c’era appunto l’amico sottolineando di non essersi allontanato dal luogo dello schianto.

Al momento, però, l’avvocato del giovane, il legale del foro di Roma Carla Serra afferma che "Attenderemo la sentenza prima di rilasciare qualsiasi dichiarazione in merito, ma il mio assistito afferma di essere tranquillo e fiducioso, poichè crede nella giustizia". Nel corso dell’ultima udienza, prevista per l’otto settembre, infatti, la discussione della difesa verterà su diversi aspetti (e prove) che dimostrerebbero la totale estraneità del figlio del rocker ai fatti contestati.

Rossi, nella scorsa udienza, aveva spiegato con convinzione come lui, l’amico e la ragazza che si trovava in auto con loro si fossero fermati subito dopo lo schianto per poi scendere dall’auto e chiedere alle ragazze dell’altra vettura se stessero bene e se avessero bisogno di aiuto. "Loro ci hanno risposto che era tutto ok – aveva quindi sostenuto in aula – così ho detto al mio amico di fare la constatazione amichevole e me ne sono andato con la ragazza perché era molto scossa dall’incidente. Sapendo che stavano facendo il cid ero tranquillo". Il giovane aveva aggiunto: "Non navigo nell’oro e non ho un lavoro stabile: i giornali hanno scritto cose allucinanti su di me, ma mi prendo pregi e difetti di essere figlio di Vasco".