"Non c’è alcun ostacolo dal punto di vista religioso all’apertura di Santa Sofia ai visitatori al di fuori dell’orario delle preghiere" islamiche, ma "le icone" cristiane "dovranno essere coperte con delle tende o altri strumenti" dopo la riapertura come moschea il 24 luglio. Lo fa sapere la Presidenza per gli affari religiosi turca. "Santa Sofia è aperta ai musulmani e ai cristiani" ha confermato l’ambasciatore della Turchia in Italia, Murat Salim Esenli, "ognuno è libero di professare la propria fede".