Il personale sanitario italiano è ufficialmente candidato al Premio Nobel per la Pace 2021. "Sono stati i primi nel mondo occidentale a dover affrontare una gravissima emergenza sanitaria, nella quale hanno fatto ricorso ai possibili rimedi di medicina di guerra combattendo in trincea per salvare vite e spesso perdendo la loro", si legge nella motivazione espressa da Oslo. È la prima volta che il personale sanitario di un Paese riceve la candidatura al Nobel per la Pace, il più prestigioso dei Nobel e l’unico assegnato in Norvegia, dal 1901, per volere del fondatore Alfred Nobel.

La proposta è stata lanciata dalla Fondazione e sottoscritta ufficialmente anche dal Premio Nobel per la Pace 2017 Lisa Clark, la 71enne statunitense che, da molti anni vive in Toscana,che ha detto: "La loro abnegazione è stata commovente. Qualcosa di simile a un libro delle favole, da decenni non si vedeva. Il personale sanitario non ha più pensato a sé stesso ma a cosa poteva fare per gli altri con le proprie competenze". "Si sono spesi senza risparmiarsi", ha commentato il ministro della Salute, Roberto Speranza.

red. int.