Il filosofo Salvatore Veca (Recalcati)
Il filosofo Salvatore Veca (Recalcati)

Roma, 7 ottobre 2021 - E' morto Salvatore Veca. Il filosofo e docente accademico se n'è andato all'una di notte, a 77 anni. Nato a Roma il 31 ottobre 1943, Veca si era laureato a Milano nel 1966 con una tesi in Filosofia teoretica, sotto la guida di maestri come Enzo Paci e Ludovico Geymonat. Nei primi anni fu studioso del marxismo e poi si avvicinò al pensiero di John Rawls di cui contribuì a diffondere in Italia la teoria della giustizia.

Dal 1974 al 1975 è stato professore incaricato di Filosofia politica presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell'Università della Calabria. Poi ha insegnato a Bologna, a Milano, a Firenze e a Pavia. Nella sua lunga carriera Veca ha tenuto seminari e cicli di lezioni anche all'Università di Cambridge (Christ's College), all'Università di San Paolo, all'Università di Campinas, all'Università di Bogotà, all'Università di Evora, alla Sorbonne, all'Università di Grenoble, all'Istituto Universitario Europeo.

Intensa anche la sua attività di consulenza e direzione editoriale. E' stato presidente della Fondazione Feltrinelli, condirettore di Aut Aut con Enzo Paci e P.A. Rovatti dal 1971 al 1973, consulente della saggistica de il Saggiatore, di cui ha diretto, con Marco Mondadori, la collana Theoria. E quasi non si contano anche gli incarichi e i ruoli ricoperti: da presidente della Fondazione Campus di Lucca a presidente della Fondazione Paolo Grassi – La voce della cultura - di Milano, solo per citarne due.

A dare notizia della sua morte la Casa della Cultura, che piange "il suo presidente, il filosofo, l'amico generoso e instancabile: la perdita è enorme, non ci sono parole".