"È pervenuta un’istanza di rinvio per legittimo impedimento nella quale si dice che la situazione di salute di Berlusconi

è altamente compromessa, con un generale peggioramento del quadro". Così in aula, a Roma, il giudice Anna Maria Pazienza, presidente di collegio della seconda penale, che ha disposto lo stralcio della posizione dell’ex premier imputato con Mariano Apicella

per corruzione in uno dei filoni giunto a Roma per competenza da Milano del Ruby Ter.

Ad avanzare la richiesta l’avvocato Franco Coppi, cui il pm Roberto Felici non si è opposto. "L’imputato è assolutamente impedito per motivi di salute a comparire a processo – ha aggiunto il giudice –. La situazione di salute non è di immediata risoluzione". Udienza

per il Cavaliere fissata

per il 2 novembre.