Continuano a salire i ricoveri sia in rianimazione (+6), sia nei reparti ordinari (+52), così come il tasso di positività (2,3%), mentre cala il numero di nuove infezioni giornaliere da Coronavirus in Italia. Quest’ultime sono 2.072, con un decremento di poco più di mille unità rispetto alle 24 ore precedenti (erano state 3.127). Ma il dato non deve...

Continuano a salire i ricoveri sia in rianimazione (+6), sia nei reparti ordinari (+52), così come il tasso di positività (2,3%), mentre cala il numero di nuove infezioni giornaliere da Coronavirus in Italia. Quest’ultime sono 2.072, con un decremento di poco più di mille unità rispetto alle 24 ore precedenti (erano state 3.127).

Ma il dato non deve trarre in inganno in quanto sulla flessione pesa evidentemente il fatto che, come ogni lunedì, il numero di tamponi processati è sensibilmente più basso rispetto agli altri giorni. Si tratta infatti di 89.089 test effettuati, cioé oltre 76mila in meno rispetto al giorno prima. Questo fa sì che l’indice di positività risalga pertanto al 2,3% contro l’1,9 di domenica. Il numero di decessi registrati nelle ultime 24 ore è, invece, pari a 7 (3 nelle 24 ore precedenti), portando così a 127.874 il totale delle vittime dall’inizio della pandemia nel nostro Paese. I numeri sono quelli che emergono dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Passando alla disamina della pressione sugli ospedali, è in salita il numero di ricoveri nelle terapie intensive: sono in tutto 162 (+6 su domenica), con 16 nuovi ingressi contro i 3 del giorno precedente. Il numero di ricoverati nei reparti ordinari è pari a 1.188, con un incremento di 52 unità. Il numero di persone attualmente positive al Covid è di 47.525 contro le 46.113 di domenica; le persone in isolamento domiciliare sono 46.175, con un incremento di oltre 1.300 unità. Attualmente nel Paese l’indice Rt è dato in crescita a 0,91. In aumento anche l’incidenza arrivata a 19 positivi su 100mila abitanti.

Anche ieri è stata il Lazio la regione con il maggior numero di nuovi casi: 434 (ieri 471), seguito dalla Sicilia con +300, quindi Emilia romagna con +219 e Lombardia con +208.