Roma, 10 agosto 2018 - Il venerdì nero per Ryanair - e soprattutto per i passeggeri di circa 400 voli - scatta nel pieno della stagione estiva: oggi i piloti di cinque Paesi europei (Belgio, Svezia, Irlanda, Germania e Olanda), hanno deciso di incrociare le braccia per 24 ore, costringendo la compagnia low cost ad annullare centinaia di voli.

Ryanair cerca di ammorbidire il colpo garantendo che più di 2.000 voli, vale a dire l'85% di quelli previsti, verranno effettuati senza intoppi. "Ci vogliamo ancora scusare con i clienti coinvolti da questa interruzione di voli non necessaria e chiediamo ai sindacati di continuare i negoziati anziché indire scioperi ingiustificati", scrive su Twitter il vettore irlandese postando anche foto di voli effettuati con il link delle info su quelli soppressi. 


Resta il fatto che questo sciopero è il più grande della storia della compagnia low cost e che la protesta dei piloti cade nel momento di picco di traffico estivo, e interessa circa 55 mila passeggeri. I più colpiti sono i passeggeri in Germania, circa 42 mila, a causa di 250 voli cancellati. Ai clienti rimasti a terra Ryanair offre l'opzione di riprogrammare i loro voli o di aver indietro i soldi. In Germania lo sciopero è cominciato alle 3,01 di oggi e terminerà alle 2,59 di sabato.

Il personale navigante chiede nuovi contratti con aumenti retribuzioni e migliori condizioni d'impiego. In un comunicato ieri, Ryanair ha dichiarato di aver messo in campo tutte le misure per limitare i disagi e ha parlato di uno sciopero "ingiustificato e deplorevole" e si è detta disponibile a proseguire le trattative con i sindacati. 
La compagnia ha riconosciuto le organizzazioni dei piloti soltanto da un anno. Il mese scorso hanno scioperato gli assistenti di volo in Portogallo, Spagna e Belgio per due giorni causando la cancellazione di 600 voli.

DISAGI IN ITALIA - Sono cinque, al momento, i voli Ryanair cancellati all'aeroporto di Ciampino, su 44 partenze programmate complessivamente dal vettore irlandese. In particolare figurano soppressi i collegamenti per Berlino, Charleroi, Colonia e Berlino. Nello scalo romano per ora non risultano problemi per i passeggeri, avvisati già da alcuni giorni dalla compagnia aerea in merito alle cancellazioni e assistiti sull'aeroporto dal personale aeroportuale.
Sette i voli cancellati in partenza e i corrispondenti sette in arrivo: è il bilancio di oggi allo scalo bergamasco di Orio al Serio. Sono proprio i voli da e per Bruxelles, Dusseldorf e Berlino quelli cancellati.