Roma, voragine alla Balduina (Ansa)
Roma, voragine alla Balduina (Ansa)

Roma, 15 febbraio 2018 - La procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla voragine che si è aperta ieri in zona Balduina: il reato ipotizzato è crollo colposo, per il momento a carico di ignoti. L'indagine è stata affidata al procuratore aggiunto Nunzia D'Elia che stamani si è recata sul posto per un sopralluogo. Il crollo è avvenuto ieri intorno alle 18, in via Livio Andronico, dove ha ceduto una parte di strada a ridosso di un cantiere, inghiottendo sei automobili. Una tragedia sfiorata, che non ha coinvolto persone. Ma due palazzi adiacenti sono stati fatti evacuare a scopo precauzionale: circa 22 famiglie hanno trascorso la notte fuori casa. La zona è sotto sequestro giudiziario da ieri. 

Dalla prime luci dell'alba di questa mattina vigili del fuoco e tecnici sono tornati sul posto per proseguire le misurazioni strumentali e i controlli su sicurezza e stabilità nell'area. Le verifiche sono state effettuate nell'intero isolato, in un'area di circa un chilometro quadrato. Il quartiere è senza acqua da ieri e sembra che problemi legati all'erogazione idrica c'erano stati anche nei giorni passati. Acea, al termine delle verifiche, ha fatto sapere: "Dopo i primi interventi e rilievi effettuati questa notte dal personale tecnico recatosi prontamente presso la frana che si è creata lungo via Livio Andronico, Acea Ato 2 ha constatato l'ottimo stato delle tubature". L'azienda spiega anche che "esse si presentano però troncate di netto, probabilmente per il forte impatto dovuto allo smottamento del terreno, ma in nessun modo corrose". Acea fa rilevare che "negli ultimi tre anni non è stato necessario intervenire in alcun modo su tali condutture, proprio perché giudicate idonee e in ottimo stato. I primi interventi risalgono ad una settimana fa quando l'8 febbraio le squadre inviate sul posto, in riposta alla segnalazione della Polizia locale delle 16:33, hanno trovato - per la prima volta - i tubi troncati, rottura causata anche in quel caso probabilmente dallo smottamento del terreno. Il personale tecnico che si era recato sul posto non avendo riscontrato in strada alcuna anomalia, ha proceduto alla riparazione e al ripristino del servizio". "Il ripristino del servizio - conclude Acea Ato 2 - è previsto per il pomeriggio di oggi".

Anche la sindaca di Roma Virginia Raggi è tornata questa mattina sul posto. "Sottolineo - ha detto oggi a margine di una conferenza stampa - che alla Balduina non si tratta di una voragine ma del crollo della paratia di un'area di cantiere. Sono stata lì anche questa mattina per capire come era andata la nottata. L'area è sotto sequestro e già oggi la magistratura inizierà a fare tutti i rilievi del caso".

EVACUATI - Il cantiere, all'angolo tra Via Livio Andronico e Via Lattanzio, era stato aperto mesi fa, dove un tempo sorgeva l'istituto Santa Maria degli Angeli, per costruire delle palazzine nuove. "La prima cosa che faremo è accertare le responsabilità. Il responsabile dovrà pagare", ha detto ieri la Raggi, giunta sul posto poco dopo il crollo. A proposito delle persone evacuate la prima cittadina ha spiegato: "Abbiamo attivato il protocollo hotel solidali, al momento si parla di 20 famiglie", ha aggiunto la prima cittadina. 

image

"I PAVIMENTI TREMAVANO" - Ieri i residenti hanno vissuto momenti di paura. Alcuni accusano il cantiere e dicono di aver denunciato vibrazioni inquietanti e perdite d'acqua. "Negli ultimi giorni mentre gli operai lavoravano sentivo il pavimento di casa tremare ed eravamo molto preoccupati", ha raccontato ieri una donna, abitante della zona. "Noi residenti temevamo problemi - ha spiegato il figlio - perché nel quartiere spesso si creano delle voragini. E' un miracolo che non ci siano feriti".

image