Sabato 20 Luglio 2024

Roberto Baggio rapinato nella sua abitazione: è stato ferito alla fronte. Le prime parole: “Dobbiamo superare la paura”

L’ex calciatore e la sua famiglia sono stati aggrediti mentre stavano guardando la partita Italia-Spagna. Portato in pronto soccorso, gli sono stati applicati alcuni punti di sutura

Vicenza, 21 giugno 2024 – Roberto Baggio vittima di una violenta rapina ieri sera, nella loro abitazione ad Altavilla Vicentina. L’aggressione ha avuto inizio verso le 22, quando l’ex Pallone d’Oro e la sua famiglia stavano guardando in televisione la partita Italia-Spagna, ed è durata circa 40 minuti. Sono stati portati via valori, gioielli e orologi.

Roberto Baggio e la villa di Altavilla Vicentina dove è avvenuta la rapina
Roberto Baggio e la villa di Altavilla Vicentina dove è avvenuta la rapina

Cosa è successo

Baggio avrebbe tentato di fermare la banda di malviventi – almeno cinque e armati – ma è stato colpito alla fronte con il calcio di una pistola, rimanendo ferito. L’ex calciatore e i suoi famigliari sono quindi stati chiusi in una stanza mentre i ladri stavano completando la razzia degli oggetti di valore. Quando hanno lasciato l’abitazione, Baggio ha sfondato la porta e ha chiamato i carabinieri.

L’ex attaccante è stato portato nella notte al pronto soccorso di Arzignano, dove gli sarebbero stati applicati alcuni punti di sutura. Una volta dimesso, si è recato presso una caserma dei carabinieri per essere ascoltato.

Insieme alla famiglia – la moglie Andreina e i tre figli – risiede nella tenuta agricola di Altavilla Vicentina da quindici anni: si tratta di una villa isolata al centro di un grande appezzamento di campagna e boschi. 

Le prime dichiarazioni del campione

"Innanzitutto desideriamo, io e la mia famiglia, ringraziare tutti per il grande affetto ricevuto, grazie di cuore”: queste le prime parole di Roberto Baggio dopo l'aggressione. “In simili circostanze può accadere di tutto, e per fortuna la violenza subita ha generato solo alcuni punti di sutura alla mia persona, lividi e molto spavento – ha aggiunto – Ora rimane da superare la paura”.

La vicinanza di Zaia

"Esprimo vicinanza e solidarietà a Roberto Baggio e ai suoi familiari, e sono certo di potergli inviare l'abbraccio di tutti i Veneti che ha fatto sognare con la sua abilità ineguagliabile sull'erba dei campi internazionali – ha commentato in una nota il presidente della Regione Luca Zaia – Mi auguro possa rimettersi presto insieme ai suoi da questa brutta serata e dalle ferite”. “Confidiamo che i malviventi possano essere assicurati presto alla giustizia'' ha concluso il governatore.

Italia-Spagna, vent’anni dopo

Un triste scherzo del destino per uno dei calciatori più amati della storia del calcio italiano: la sua ultima partita con la maglia della Nazionale è stata proprio Italia-Spagna, esattamente venti anni fa. Un ricordo indelebile nella memoria di milioni di tifosi: Baggio è tutt’ora infatti il migliore marcatore degli Azzurri ai Mondiali, con un totale di 9 gol (a pari merito con Paolo Rossi e Christian Vieri).

Indagini in corso

Le forze dell’ordine stanno ricostruendo le dinamiche esatte, cercando anche di quantificare il valore del bottino portato via. In tarda mattinata i carabinieri hanno effettuato un sopralluogo, alla presenza dello stesso Baggio. Al termine della perlustrazione, è stato visto scendere dalla macchina, guidata dal figlio Mattia. 

Gli agenti stanno analizzando le telecamere di videosorveglianza posizionate sia nella tenuta che negli immediati dintorni. 

Intanto, i cancelli dell’abitazione sono diventati meta di un andirivieni di curiosi e giornalisti: la notizia dell’aggressione al campione sta infatti facendo il giro di tutti i portali di notizie del mondo.