8 gen 2022

Rivolta per la mini multa ai No vax Solo 100 euro. Ma Palazzo Chigi resiste

Sanzione una tantum agli over 50 che non vogliono vaccinarsi. Medici e infermieri guidano la protesta

alessandro farruggia
Cronaca
Roberto Speranza, 43 anni, ministro della Salute in carica dal 2019
Roberto Speranza, 43 anni, ministro della Salute in carica dal 2019
Roberto Speranza, 43 anni, ministro della Salute in carica dal 2019

di Alessandro Farruggia Un buffetto sulla guancia. Una puntura di spillo. La multa di cento euro una tantum per sanzionare dal primo febbraio i Nov vax ultracinquantenni che si sotrarranno all’obbligo vaccinale non servirà a nulla se non a irritarli. È puramente simbolica, a confronto di quanto previsto dall’Austria dove la multa per chi non si sottoporrà a vaccinazione entro il 15 marzo sarà pari a 600 euro, somma che sarà richiesta ogni tre mesi. Nel Paese chi rifiuterà il vaccino rischia quindi di dover sborsare una multa annua fino a 2.400 euro, che oltretutto in caso di non pagamento salirà a 3.600 euro. Persino la Grecia, dove il costo della vita è molto minore, farà pagare 100 euro sì, però al mese. Ma la poltica è l’arte del possibile e l’eterogenea maggioranza del governo Draghi pone dei paletti. E così, pressato dai contrari a sanzioni vere (Lega e M5s), a ieri sera il governo non cambia minimamente linea e conferma la mini sanzione, facendo circolare una nota informale che ricorda come ai 100 euro si aggiungano la sospensione dallo stipendio se l’obbligato al vaccino è un lavoratore, la sanzione da 600 a 1500 euro se viene colto sul posto di lavoro senza Pass rafforzato e Le sanzioni (da 400 a 1000 euro) previste per chi non accede a una lunga serie di servizi e attività senza avere il greenpass rafforzato. Ad essere indignati dei 100 euro ai No vax sono prima di tutto medici e infermieri. Duro il virologo Roberto Burioni: "Dare a chi evade l’obbligo vaccinale una multa (100 euro) una tantum più o meno equivalente a due divieti di sosta (41 euro x 2) rende l’obbligo stesso una grottesca buffonata. Dispiace vederla arrivare da un governo che si credeva serio". Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?