Sabato 13 Aprile 2024

Rissa fuori dalla scuola. Cerca di separare due studenti. Professore pestato da un 13enne

L’insegnante, 38 anni, è stato spinto e buttato per terra. I colleghi lo hanno trasportato in ospedale. L’istituto deve valutare i provvedimenti contro l’aggressore: rischia di essere denunciato alla procura.

MUSSO (Como)

Quando ha visto due ragazzini di tredici anni che si stavano azzuffando alla fermata del bus è intervenuto per cercare di riportare la calma. D’altra parte il ruolo del professore gli impone anche quello, ma mai si sarebbe aspettato che uno dei due si rivoltasse contro di lui come una furia e lo facesse finire all’ospedale. L’uomo di 38 anni ne avrà per qualche giorno per via dei traumi a una spalla riportati durante la caduta a terra dopo essere stato spintonato e aggredito. Il ragazzino, conosciuto già come un tipo ’sanguigno’ dovrebbe rimediare perlomeno un "percorso di osservazione" all’interno dell’istituto che frequenta.

L’ennesimo fatto di violenza che riguarda il mondo della scuola questa volta si è verificato a Musso, piccola comunità di meno di mille anime che si affaccia sull’Altolago comasco, a poca distanza da Dongo. È accaduto venerdì mattina mentre i due ragazzi delle scuole medie stavano aspettando il bus che li avrebbe portati in gita insieme agli altri compagni. Fra i due è scaturito un diverbio, come accade molte volte fra adolescenti. Ma dalle parole sono passati velocemente ai fatti. Uno dei due ha iniziato a picchiare più forte. Il professore si accorto della rissa ed è intervenuto per separarli.

Questo fatto sembra aver acceso una scintilla nel tredicenne più aggressivo che invece di calmarsi, non ha esitato a scagliarsi contro il docente spingendolo e prendendolo a pugni. Nella foga il prof prima è finito contro un muro e poi a terra procurandosi una ferita a una spalla e alcune escoriazioni. A quel punto gli altri professori che erano presenti hanno chiamato un’ambulanza e il 38enne è stato portato all’ospedale di Gravedona. Nel frattempo il tredicenne è stato fatto salire sul bus e ha partecipato alla gita insieme agli altri. Del caso si sono occupati anche i carabinieri della Compagnia di Menaggio. Il corpo docenti, insieme alla preside, valuterà quali provvedimenti prendere nei confronti del giovane aggressore. Non è ancora chiaro se verranno adottate sanzioni disciplinari interne alla scuola o se verrà coinvolta la magistratura.

Federico Magni