10 mar 2022

Riconoscimento facciale, azienda multata Il garante vieta l’uso dei dati biometrici

Il Garante per la protezione dei dati personali ha imposto una sanzione di 20 milioni di euro alla società americana Clearview AI, per aver messo un monitoraggio biometrico anche di persone che si trovano nel territorio italiano. La Società – che dichiara di possedere un database di oltre 10 miliardi di immagini di volti di persone di tutto il mondo, estratte da fonti web pubbliche (come siti di informazione, social media e video online) – offre un servizio di ricerca che consente la creazione di profili basati sui dati biometrici estratti dalle immagini, arricchiti da altre informazioni correlate, come titolo e geolocalizzazione della foto, pagina web di pubblicazione. Dall’istruttoria del Garante, attivata anche a seguito di reclami e segnalazioni, è emerso che Clearview AI, diversamente da quanto affermato, consente il tracciamento anche di cittadini italiani e di persone collocate in Italia. L’Autorità ha ordinato alla società di cancellare i dati relativi a persone che si trovano in Italia e ne ha vietato l’ulteriore raccolta e trattamento attraverso il suo sistema di riconoscimento facciale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?