Coronavirus, il governo vuole riaprire le scuole (Ansa)
Coronavirus, il governo vuole riaprire le scuole (Ansa)

Roma, 24 novembre 2020 - C'è una data sul tavolo. La riapertura delle scuole, con la didattica in presenza, sarà tra i temi che verranno discussi domani nella riunione tra il premier Giuseppe Conte e i capidelegazione delle forze di maggioranza. L'ipotesi più accredita, spiegano fonti di governo, è che il giorno X per riaprire gli istututi superiori chiusi in tutta Italia (ma anche le seconde e le terze medie nelle Regioni arancione), sia il 9 dicembre, ovvero il mercoledì successivo al Ponte dell'Immacolata. Ieri era stato lo stesso premier, ospite di Otto e mezzo su La7, a spiegare che il governo era al lavoro per riaprire le scuole nel mese di dicembre e oggi è arrivata conferma anche dal ministro della Salute Roberto Speranza. Decisivi saranno anche i nuovi dati attesi nella giornata di venerdì. Sarebbero soprattutto M5S, con la ministra Lucia Azzolina in testa, e Iv a premere per un rapido ritorno sui banchi.

Secondo quanto si apprende, la Azzolina, ha convocato per domani pomeriggio, in videocall, i sindaci delle Città metropolitane che rappresentano le aree più numerose e anche più complesse, rispetto ad altre zone del Paese, e che registrano una sensibilità simile sulla necessità di riuscire a far tornare gli studenti in presenza in aula. L'incontro online servirà per fare il punto: mantenere in presenza quelle del primo ciclo e 'preparare il terreno' insieme nell'auspicio che l'Rt scenda al livello tale da poter consentire la riapertura degli istituti scolastici.

Covid e scuola: la preside riapre il liceo. "Sto con gli studenti"