Sul rischio varianti, da quella brasiliana a quelle inglese e sudafricana, l’esecutivo, lo dice il direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza, sta valutando la possibilità di un "innalzamento delle misure". Segnali positivi dal bollettino quotidiano, anche se l’incidenza dei nuovi casi resta alta e la curva resta stabile per numero di casi e decessi: sono rispettivamente 13.331 e 488 quelli segnalati. In decrescita il tasso di positività (4,6% su 285mila tamponi), i ricoveri in Terapia intensiva (-4) e i ricoveri in reparti ordinari (-288).