1 L’ex amministratore delegato di Autostrade e Atlantia Giovanni Castellucci può tornare libero ma non potrà esercitare la professione di ingegnere né potrà ricoprire incarichi direttivi in aziende pubbliche o private per un anno. Così ha deciso il tribunale del Riesame nell’ambito dell’inchiesta sulle barriere autostradali fonoassorbenti, ritenute dall’accusa "difettose" e per la quale Castellucci era finito ai domiciliari lo scorso novembre. L’ex ad è indagato anche per la vicenda delle gallerie, inchiesta aperta dopo il crollo della galleria Bertè in A26