31 mag 2021

Realizza coi Lego il robot della Nasa. "I mattoncini? Sono il mio lavoro"

L’ente spaziale ha contattato il reggiano Riccardo Zangelmi per un modellino del rover che esplora Marte "Ci ho messo 400 ore e 110mila pezzi. La mia passione è una professione, nel mondo siamo solo 19"

stefano chiossi
Cronaca
featured image
Riccardo Zangelmi e il modellino di Rover Perseverance che ha realizzato in scala 1:2

"Quando ha chiamato la Nasa, pensavo fosse Striscia la notizia, uno scherzo telefonico. Invece era tutto vero: così ho realizzato con i mattoncini Lego il rover Perseverance che ha esplorato Marte". Quasi stenta a crederci anche ora che lo ha realizzato, Riccardo Zangelmi, 40 anni, di Reggio Emilia, dal 2016 primo e unico italiano (19 nel mondo) autorizzato dalla Lego a realizzare modelli, mosaici e sculture (tra le sue opere la Ducati Panigale in scala originale) utilizzando i mattoncini che fanno divertire generazioni di bambini (e adulti). Oggi per lui è diventato un lavoro. Torniamo alla missione spaziale che ha appena riprodotto. "Una bellissima sfida e una grande emozione. Dietro c’è pure una storia. Il rover Perseverance è stato infatti realizzato da un ingegnere marocchino della Nasa, Kamal Oudrhiri (con cui sono stato in contatto diretto) e, visto che ricorrono i 200 anni della collaborazione tra il governo Usa e il Marocco, il regalo sarà proprio il modellino che ho realizzato. Sarà esposto a Rabat, Casablanca, per poi ‘atterrare’ a Washington per l’ultima tappa". Quanto tempo ha impiegato per costruirlo? "Quattrocento ore. Ci ho lavorato con tre persone del mio staff e abbiamo assemblato, pezzo dopo pezzo, ben 110mila mattoncini. È in scala 1:2, quindi la metà esatta dell’originale: pesa duecento chili. È 170 centimetri per 200". Quindi, per quest’opera sono serviti uno scienziato, un ingegnere... "No, no, ferma tutto. Io sono un umile perito agrario. Pensate che in matematica e fisica in pagella avevo 1" Uno? "Lo so che sembra incredibile, ma è così. Con l’esperienza ho imparato come realizzare opere simili. In questi anni però ho ripreso in mano i libri di fisica delle superiori (ride, ndr)". La difficoltà più grossa da superare? "Costruire il reattore nella parte posteriore: è stato progettato dalla Nasa per andare nello spazio, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?