25 mar 2022

Rapina in villa, caccia ai banditi Malmenata una coppia di 80enni

Coniugi pestati e rinchiusi in camera da letto. Malviventi fuggiti. con l’auto della moglie

ACQUI TERME (Alessandria)

Hanno atteso l’anziano imprenditore al rientro a casa, in serata, per mettere a segno il loro colpo, in una villa isolata di Acqui Terme, nell’Alessandrino. Tre rapinatori, probabilmente con un quarto complice incaricato di garantire la fuga, hanno bloccato Pietro Giorgio Benzi, 85 anni, quando è sceso dall’auto, di ritorno dalla ditta di famiglia, la Imeb, che, dal 1973, produce componenti per impianti di produzione, trasformazione e distribuzione di energia elettrica. L’uomo dà ancora una mano ai figli in azienda, tornava a casa all’ora di cena. È stato sorpreso dalla banda di rapinatori, probabilmente dell’Est europeo, che indossavano i guanti ma non avevano armi. L’anziano imprenditore è stato portato a forza nella villa, dove l’attendeva la moglie Giovanna, 81 anni, e, sotto le minacce, ha indicato una cassaforte, non murata. I rapinatori si sono fatti consegnare le chiavi, ma non sono riusciti ad aprire il forziere perché la serratura è risultata difettosa. Lo porteranno poi via con loro, anche se dentro non c’era niente, secondo quanto i Benzi hanno riferito agli investitori. In villa c’era però una seconda cassaforte che i rapinatori sono riusciti a individuare dopo avere terrorizzato l’anziana coppia, rinchiusa nella camera da letto, presa a schiaffi e pugni: dentro qualche gioiello, orologi e poco contante. Un bottino decisamente di minor valore rispetto a quello dei ladri che erano entrati nella villa dieci anni fa, quando però i Benzi erano assenti. Dopo il colpo la banda è fuggita usando la Volkswagen Golf di Giovanna Benzi, ritrovata, incendiata, nel territorio di Melazzo, non molto lontano da Acqui.

red. int.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?