11 ott 2021

Casavatore, rapina in pizzeria: le immagini choc. Pistole puntate contro i bambini

Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza. Carabinieri: portati via 4 orologi e una collana d'oro

Due rapinatori entrano in un ristorante, a Casavatore, in provincia di Napoli, e puntano le armi nei confronti delle famiglie presenti con bambini al seguito per farsi dare quanto in loro possesso e per portare via l'incasso della serata. Sono le immagini di un video delle telecamere di sorveglianza del ristorante finito nel mirino: sono state diffuse da Internapoli e Nanotv e rilanciate dal consigliere regionale della Campania, Francesco Emilio Borrelli.
FRAME DA VIDEO - FACEBOOK FRANCESCO EMILIO BORRELLI
+++ ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++ ++HO NO SALES EDITORIAL USE ONLY +++
Le immagini nella rapina nella pizzeria di Casavatore (Napoli) (Ansa)

Roma, 11 ottobre 2021 - Felpe, passamontagna, guanti in lattice. E tra le mani due fucili a pompa, puntati anche contro i bambini. Madri e padri terrorizzati che tentano di calmare le lacrime dei loro piccoli e li prendono in braccio per proteggerli. Sono le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza durante una rapina nella pizzeria 'Un posto al sole', a Casavatore. Minuti drammatici vissuti dai clienti e dai lavoratori del locale, in provincia di Napoli.

Quello che poteva essere un semplice sabato sera in pizzeria con la famiglia o amici, si è trasformato in un brutto ricordo. Per fortuna concluso senza feriti, ma solo con un bottino di quattro orologi (tra i quali un Rolex ed un Tudor) e una collana d'oro rubati, secondo quanto si apprende dai carabinieri, che ora stanno svolgendo le indagini. 

Le immagini del video delle telecamere di sorveglianza del ristorante (Ansa)
Le immagini del video delle telecamere di sorveglianza del ristorante (Ansa)

Nel video, ripreso dalle videocamere di sorveglianza e poi postato nei social, si vede l'azione dei due rapinatori. Nel locale entra prima solo uno dei due, che, con il fucile ben puntato, si fa largo tra i tavoli e si dirige alla cassa. Il proprietario non esita, la apre e gli consegna l'incasso. Ma i due non sono soddisfatti: il bottino è troppo poco.

Erano infatti appena passate le 22, ancora troppo presto e i clienti erano tutti seduti a mangiare la pizza. Così l'altro complice, sempre armato, inizia a razziare quel che poteva. Catenine d'oro, cellulari, soldi. Sembra quasi senza aver nulla da perdere. Tanto che punta le armi anche contro un genitore, che teneva in braccio due bambini, e contro un altro seduto a un tavolo col figlio al suo fianco, che cerca rifugio tra le braccia della madre. 

Un episodio grave, come ha commentato  il consigliere regionale della Campania, Francesco Emilio Borrelli. "Ho parlato con il titolare del locale - ha dichiarato Borrelli - e mi ha riferito di aver avuto subito una riduzione significativa della clientela, si è trattato di un episodio grave: delinquenti armati fino ai denti, la rapina si poteva trasformare in una strage. Noi esprimiamo totale solidarietà al ristoratore e alle vittime di questa aggressione criminale ignobile avvenuta davanti a bambini e famiglie realizzata da mostri senza scrupoli. I nostri territori - ha concluso - sono sempre più nelle mani di questi delinquenti senza scrupoli e armati fino ai denti". 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?